Contatori visite gratuiti Note sulla 42^Stagione | Amici della Musica - Monopoli

Note sulla 42^Stagione

Ecco, in anteprima e in sintesi, cosa ci riserverà il nuovo Cartellone della 42ª Stagione dell’Associazione Amici della Musica “Orazio Fiume” di Monopoli. Il Programma è diviso idealmente in due periodi: il primo che va dal 23 ottobre, con il Concerto inaugurale tenuto dal Decimino di Ottoni della Cappella Pontificia Sistina, fino al periodo natalizio, connotato dal Concerto di Natale con ospiti il Gruppo Gospel “JP and THE SOUL VOICES” (23 dicembre) e dal gioioso saluto al 2021 offerto alla Città il 28 dicembre dalla locale Banda del Giubileo.
In questi mesi autunnali si esibiranno gruppi cameristici in diverse formazioni e con repertori che spazieranno dal periodo barocco (DuniEnsemble – 6 novembre), a quello classico/romantico (Trio del Conservatorio – 28 ottobre), dalla musica “al femminile” tra ottocento e novecento con il Quartetto che accompagnerà la voce recitante di Milena Vukotic, (25 novembre) nella seconda serata dedicata alle Donne in Musica, alle timbriche con contaminazioni etnico/improvvisative del duo percussionistico Pasquale Mirra/Kalifa Konè (15 novembre).
Inserita tra questi appuntamenti, da segnalare la Conversazione di Angela Annese sul tema della donna nell’arte nelle varie epoche, presso la Biblioteca Rendella (22novembre), esempio di quella collaborazione possibile tra realtà culturali cittadine con il coinvolgimento e la collaborazione dell’Associazione culturale monopolitana “Donne per la Città”.
Accenno speciale all’imperdibile recital pianistico di Benedetto Lupo (7 dicembre) che si lega all’altro recital pianistico, primo concerto del nuovo anno (21 gennaio), di Pasquale Iannone: due “fuoriclasse”, esponenti apprezzati in tutto il mondo di quella “Scuola pianistica pugliese” di cui andare fieri.
Oltre a riproporre in due serate (16 e 25 febbraio) la Rassegna “Giovani Concertisti” dedicata alle giovani eccellenze e talenti pugliesi, che si stanno ancora formando sia presso il nostro Conservatorio “Nino Rota”, sia provenienti dal “Niccolò Piccinni” di Bari, il 2022 sarà un susseguirsi di eventi di grande suggestione e coinvolgimento.
Nei mesi da febbraio a maggio, infatti saranno realizzati eventi con dediche speciali, artisti ospiti di rilievo, significativi “Omaggio” a figure a cui tutti siamo legati per varie e significative ragioni, o a illustri esponenti della Musica italiana di diverse epoche e generi.
Particolare rilevanza è l’inserimento nel nostro Cartellone di una tappa del Tour 2022 di Chiara Civello con il suo spettacolo “Chansons – Sings International French Standards” (6 aprile), in precedenza ci sarà uno spettacolo basato su una “Intervista ad Andrea Camilleri” (2 febbraio) realizzata appena un mese prima della scomparsa dello scrittore, con sue personali riflessioni e pensieri sull’amore, a partire dalla poetica Dantesca, per celebrare i 700 anni dalla morte del “Sommo Poeta”.
Gaia De Laurentiis insieme all”EsTrio (composto da tre apprezzate musiciste) presenterà il Concerto-spettacolo su un testo originale drammaturgico di Maria Grazia Calandrone dal titolo “Pochi avvenimenti, felicità assoluta, scene da un matrimonio” nel nome di Clara e Robert Schumann (25 marzo).
Di altro tenore lo spettacolo che vedrà la presenza eclettica di Giancarlo Magalli (22 aprile), accompagnato dall’Orchestra Mercadante, omaggiare Renato Carosone e le sue arcinote canzoni.
Ma i ricordi e le iniziative “dedicate” avranno due appuntamenti musicalmente indipendenti, ma legati idealmente da profondi sentimenti di stima e considerazione per le rispettive doti umane e artistiche dei destinatari.
Posso dire, senza alcuna enfasi e senza mancare di considerazione per tutte le altre manifestazioni organizzate, che queste due, in particolare, sono state personalmente da me fortemente sentite e volute.
La prima il 9 marzo vedrà il doveroso tributo al musicista/amico Gianni Lenoci, a due anni dalla sua prematura e inaccettabile scomparsa. Colleghi, studenti ed ex studenti della Scuola di Musica Jazz del “suo” Conservatorio, coordinati da Francesco Angiuli, con la partecipazione straordinaria del pianista milanese Stefano Battaglia, uno dei massimi esponenti del jazz europeo, ci faranno rivivere la filosofia e la visione intellettuale a tutto tondo che Gianni aveva della Musica e della cultura in generale. Non una mera celebrazione artistica, ma una testimonianza viva di quell’eredità lasciata da Lenoci, realizzata attraverso una polifonia di contributi e pensieri riconoscenti.
Il Concerto conclusivo della 42ª Stagione (13 maggio), sarà ancora un Omaggio: questa volta celebreremo il Maestro Armando Trovajoli. Grazie alle trascrizioni (alcune sollecitate dallo stesso Trovajoli) e realizzate dai musicisti Dino e Franco Piana per la loro Jazz Orchestra, entreremo nelle atmosfere di tante melodie immortali create per il Cinema o per il Teatro musicale.
Gianpaolo Schiavo

Submit a Comment